L'importanza dei Core Web Vitals nella SEO: una guida completa in 7 punti

Da maggio 2021, i Core Web Vitals sono parte integrante dei fattori di ranking di Google. Questi indicatori, che misurano la velocità di caricamento, l’interattività e la stabilità delle pagine web, hanno un impatto significativo sulla user experience (UX) e, quindi, sul natural referenziamento (SEO).

Design di Freepik

I 3 principali elementi essenziali del Web

1. Il più grande contenuto di vernice (LCP) 

    • Definizione: il tempo necessario affinché il contenuto principale di una pagina sia visibile sullo schermo.
    • Obiettivo: un LCP inferiore a 2,5 secondi è considerato buono.
    • Fattori che influenzano: dimensione e formato dell'immagine, tempo di caricamento del carattere, codice JavaScript e CSS, tempo di risposta del server.
    • Consigli per l'ottimizzazione: ottimizzare le immagini per il web (compressione, dimensionamento adeguato), utilizzare una CDN (Content Delivery Network), ridurre al minimo il codice JavaScript e CSS, posticipare il caricamento di script non critici, ottimizzare i tempi di risposta del server.

2. Interazione con Next Paint (INP) 

    • Definizione: il ritardo tra il momento in cui un utente fa clic su un elemento e il momento in cui la pagina risponde.
    • Obiettivo: un INP inferiore a 100 millisecondi è considerato buono.
    • Fattori influenti: tempo di elaborazione JavaScript, tempo di caricamento delle risorse di rete, complessità dell'interfaccia utente.
    • Suggerimenti per l'ottimizzazione: riduci il tempo di elaborazione di JavaScript, ottimizza il caricamento delle risorse di rete, semplifica l'interfaccia utente, identifica e risolvi i problemi di prestazioni di JavaScript.

3. Spostamento cumulativo del layout (CLS) 

    • Definizione: lo spostamento inaspettato del contenuto di una pagina durante il caricamento.
    • Obiettivo: un punteggio CLS inferiore a 0,1 è considerato buono.
    • Fattori che influenzano: caricamento di contenuti asincroni (immagini, video, JavaScript), utilizzo di caratteri web, pubblicità, elementi mobili.
    • Suggerimenti per l'ottimizzazione : evitare di caricare contenuti asincroni sopra il contenuto principale, utilizzare caratteri Web con precaricamento, ottimizzare le dimensioni e il posizionamento degli annunci, evitare elementi mobili.

 

Perché i Core Web Vitals sono importanti per la SEO?

Migliorare la frequenza di rimbalzo e la conversione 

    • Le pagine web veloci e reattive incoraggiano gli utenti a rimanere più a lungo e a intraprendere azioni, come acquistare un prodotto o iscriversi a una newsletter.
    • Uno studio di Google ha rilevato che le pagine web con un LCP inferiore a 2,5 secondi hanno una frequenza di rimbalzo inferiore del 32% rispetto a quelle con un LCP superiore a 4,7 secondi.
    • Un altro studio ha dimostrato che le pagine web con un INP inferiore a 100 millisecondi hanno un tasso di conversione superiore del 15% rispetto a quelle con un INP maggiore di 500 millisecondi.

Migliore posizionamento su Google 

    • Google utilizza Core Web Vitals come uno dei numerosi segnali per determinare il posizionamento delle pagine nei risultati di ricerca.
    • Sebbene i Core Web Vitals non siano gli unici fattori di ranking, sono sempre più importanti e possono avere un impatto significativo sulla tua visibilità nei risultati di ricerca.

Percezione del marchio e soddisfazione del cliente 

    • Una buona esperienza utente contribuisce a una migliore percezione del marchio e a una maggiore soddisfazione del cliente.
    • È più probabile che gli utenti si fidino e ritornino su un sito Web che offre un'esperienza veloce, fluida e piacevole.

 

Come misurare i Core Web Vitals?

Google offre diversi strumenti per misurare i Core Web Vitals, come:

PageSpeed ​​Insights

    • Questo strumento consente di analizzare le prestazioni di una pagina web su computer e dispositivo mobile.
    • Fornisce un punteggio per ogni Core Web Vital, insieme a consigli per il miglioramento.

webmaster 

    • Search Console fornisce un rapporto sui Core Web Vitals del tuo sito web.
    • Questo rapporto ti consente di identificare le pagine che presentano problemi di prestazioni e monitorare i tuoi progressi nel tempo.

Prova su diversi dispositivi e browser

La resa di una pagina web può variare a seconda del dispositivo e del browser utilizzato. È importante testare i tuoi Core Web Vitals su una varietà di dispositivi (desktop, smartphone, tablet) e browser più diffusi (Chrome, Firefox, Safari, ecc.) per ottenere un quadro completo delle prestazioni del tuo sito web.

Strumenti di terze parti

Oltre agli strumenti di Google, esistono molti strumenti di terze parti che possono aiutarti a misurare i Core Web Vitals e a identificare i problemi di prestazioni. Questi strumenti possono fornire analisi più approfondite e funzionalità aggiuntive, come il monitoraggio continuo e il reporting storico. Altri strumenti, come GTMetrix, non sono completamente gratuiti.

 

Ottimizza i Core Web Vitals per la SEO

Abbiamo già discusso alcuni suggerimenti di ottimizzazione per ciascun Core Web Vital. Ecco ulteriori informazioni:

Ottimizzazione dell'immagine

Utilizza formati di immagine moderni e compressi (JPEG per foto, WebP per illustrazioni e grafica), ridimensiona le immagini alla dimensione di visualizzazione prevista e valuta la possibilità di utilizzare tecniche di caricamento lento per caricare immagini al di fuori dell'area di navigazione iniziale.

Minimizzazione del codice

La minimizzazione del codice HTML, CSS e JavaScript aiuta a rimuovere caratteri non necessari come spazi e commenti, riducendo le dimensioni del file e migliorando i tempi di caricamento.

Caricamento asincrono e lazy

Il caricamento asincrono consente il caricamento degli script in parallelo con il contenuto principale della pagina, mentre il caricamento lento ritarda il caricamento degli script non critici finché l'utente non ne ha bisogno. Queste tecniche possono migliorare LCP e INP impedendo agli script di bloccare il rendering della pagina.

Precaricamento delle risorse critiche

Il precaricamento consente al browser di caricare in modo proattivo risorse critiche come caratteri Web e stili CSS. Ciò può migliorare il rendering della pagina iniziale e ridurre il CLS.

Cache del browser

La memorizzazione nella cache del browser consente di archiviare copie locali di file statici come immagini e script. Ciò può migliorare le prestazioni dei visitatori di ritorno evitando di scaricare nuovamente gli stessi file a ogni visita.

 

Strumenti e risorse per ottimizzare i Core Web Vitals

Google fornisce numerose risorse per aiutarti a ottimizzare i tuoi Core Web Vitals:

 

Segnali web essenziali in breve

I Core Web Vitals sono elementi essenziali del SEO moderno. Ottimizzando i tuoi Core Web Vitals, migliorerai l'esperienza utente del tuo sito web, il che avrà un impatto positivo sul posizionamento su Google, sul tasso di conversione e sul successo aziendale.

Ricorda che l'ottimizzazione dei Core Web Vitals è un processo continuo. È importante monitorare regolarmente le tue prestazioni utilizzando gli strumenti sopra menzionati e apportare le modifiche necessarie per mantenere un'esperienza utente di qualità. Fornendo un'esperienza web veloce, fluida e piacevole, fidelizzerai i tuoi visitatori e contribuirai al successo a lungo termine del tuo sito web.

 

 

Esteban Irschfeld, Consulente SEO presso UX-Republic